A che punto siamo….

, in

10943392_1526351370966663_290864450_o

​Buongiorno a tutti,​

Vi ricordo che i prossimi appuntamenti sono:

– domenica 25 gennaio 2015, mostra Chagall visita speciale per bambini

Immaginate tanti bambini seduti davanti ad un quadro, incantati….
La guida che li conduce in un mondo di colori straordinari, dove ci sono persone che volano, animali variopinti che sorridono e case capovolte.
I nostri piccoli visitatori che girano curiosi nelle sale di una mostra, contenti di essere lì.
Bello vero?

Ora …immaginate genitori stupiti di vedere i loro figli felici di essere affascinati dall’arte e dalla voglia di conoscere…
Ultimi posti per questa bellissima esperienza !
Accompagna il gruppo Ester.
https://www.culturaintour.it/eventi/chagall-visita-guidata-per-bambini/

– domenica 25 gennaio, visita all’Agriturismo in Fiera
Volete conoscere meglio di settore italiano dell’Agriturismo di mare, montagna, collina? Vi aspetto domenica 25/1.
La manifestazione ospita numerose aziende d’eccellenza con degustazioni di birra, vino, pane, formaggi.
Il pranzo è a base di prodotti bio.
Accompagna il gruppo Margherita.
https://www.culturaintour.it/eventi/agriturismo-in-fiera/

– domenica 22 febbraio I Legnanesi al Teatro Nazionale
Ultimissimi posti!
https://www.culturaintour.it/eventi/i-legnanesi-la-finestra-sui-cortili-2/

Desidero ringraziare il bellissimo gruppo di domenica 11 gennaio che ha partecipato alla gita a Genova per la mostra Frida Kahlo.
Se è vero che lo storico che ci ha accompagnato alla mostra è stato molto bravo e anche vero che ha trovato persone particolarmente sensibili e attente. Divertente vedere la responsabile della sala “riprendere” la nostra guida che non riusciva a contenere il suo entusiasmo.
Un grande specialissimo grazie a Mario che ci ha fatto la sorpresa di portare il film “Frida” che abbiamo visto sul pullman e siamo arrivati preparati alla mostra e nella giusta atmosfera.

Vi auguro una buona giornata.
Margherita

NeXt: la nuova economia diventa un libro

, in

becchettilibro_5669d66202e2daa3cf3bf54d3236b593
“NeXt – Una nuova economia è possibile”
Questo è il titolo del primo libro dell’associazione fondata a Roma “NeXt Nuova economia per Tutti”.
Uno degli economisti italiani più impegnati nel cambiamento delle prospettive economiche di consumo e produzione, Leonardo Becchetti in collaborazione con il comitato tecnico-scientifico di NeXt, racconta la nascita di questa associazione e illustra come un nuovo modello di economia sostenibile per tutti sia possibile e praticabile.
“I cittadini devono oggi rendersi conto della loro intrinseca ed enorme potenzialità di fare massa critica – spiega Becchetti. Il cittadino può “votare” le imprese di beni e servizi, acquistando da quelle che rispettano la sostenibilità ambientale e sociale. Quelle che smaltiscono adeguatamente gli scarti; che ripartiscono equamente gli utili tra tutti gli stakeholder; che si adoperano per eliminare ogni condizione di degrado nella vita dei lavoratori; che coinvolgono i propri dipendenti e li rispettano; che non eludono il fisco, non corrompono, non delocalizzano in Paesi con mano d’opera a basso costo e non si rifugiano nei paradisi fiscali. L’azione col portafoglio che può mettere in atto il cittadino è incredibilmente potente, perché agisce sui consumi e simultaneamente anche sull’ambiente, sul sociale e quindi sulla felicità degli esseri umani”.
Becchetti è professore, conferenziere, attivista, noto a livello internazionale per le sue teorie di grande impatto sociale. Come gli altri illustri fondatori di NeXt, si impegna quotidianamente nella sensibilizzazione dei cittadini nei confronti di un nuovo atteggiamento di consumo, che li trasformi in consum-attori sostenibili e informati. Un comitato tecnico-scientifico di altissimo livello garantisce la corretta informazione e un project management studiato nel dettaglio rende fruibili i contenuti tecnico-economici alla popolazione. Unico scopo: cambiare l’economia dal basso.
“Se la crisi economica è un mostro a quattro teste – continua Becchetti – povertà/disoccupazione; dissesto ambientale; crisi finanziarie; infelicità dell’essere umano, allora il cittadino è come Ercole: in grado di abbattere nello stesso momento tutte le teste di questo orribile mostro”.
Albeggi Edizioni scommette su questa nuova tendenza dell’economia. Secondo la casa editrice, così come secondo NeXt, tra le righe del libro c’è la chiave per superare in modo sostenibile, dal basso, una crisi a 360 gradi: economica, etica e culturale.

Turismo e partecipazione, un matrimonio perfetto!

, in

logo_nextNeXt Nuova Economia per Tutti è un’associazione della società civile che vuole portare all’interno delle aziende l’attenzione alla dignità dell’uomo ed alla tutela dell’ambiente per contribuire a promuovere un futuro di giustizia e felicità.

In questo contesto NeXt ha inserito, tra le sue attività, il Turismo Partecipattivo di Culturaintour di Cadorago di cui trovate un articolo sul sito di NeXt (www.nexteconomia.org) oppure leggendolo qui:

Partire per un lungo viaggio o semplicemente per un fine settimana fuori porta è un momento di relax e di svago, per staccare dalla routine quotidiana e dagli impegni familiari e lavorativi. Il viaggio è da sempre scoperta, apprendimento, crescita e allora perché non partire con l’idea di andare a scoprire da dove vengono i prodotti che mettiamo sulla tavola o di capire come fa quel comune ad avere oltre il 90% di raccolta differenziata?

Ecco, dall’unione del turismo e della partecipazione nasce il turismo partecipattivo!

Esempi virtuosi di comuni che gestiscono in maniera esemplare il proprio territorio ce ne sono molti, anche in Italia. Per non parlare di tutte quelle aziende che coltivano e lavorano i prodotti dell’agroalimentare italiano, rispettando l’ambiente e i lavoratori.

Due sono le fasi per diffondere la cultura del cambiamento per migliorare: la conoscenza e l’azione.

Toccare con mano e sperimentare di persona sono i metodi più efficaci di apprendimento perché ci riportano ad esperienze che abbiamo vissuto dal vivo e non solo visto in televisione. Quando poi si possono fare esperienze uniche scoprendo un territorio meraviglioso come quello italiano, il gioco è fatto!

L’idea nasce dalla collaborazione tra Cultura in tour, ente che organizza gite e visite culturali per gruppi della provincia di Como, e Next. Nel corso dell’anno si sono svolti i primi viaggi di turismo partecipattivo, riscontrando un buon interesse da parte dei cittadini e delle istituzioni. In progetto è lo studio di pacchetti ad hoc per la visita presso le aziende del settore agroalimentare della riviera ligure.

In questo momento di crisi economica in cui molte persone stanno rivalutando i propri criteri di scelta per gli acquisti di tutti i giorni, è sempre più importante fornire tutte le informazioni necessarie affinché domanda ed offerta si incontrino.

Abbiamo molte aziende che, ad oggi, hanno deciso di impegnarsi e produrre rispettando i propri lavoratori e l’ambiente, magari scegliendo di continuare la tradizione imprenditoriale familiare pur con margini di guadagno ridotti.

Ci sono molte persone che vorrebbero acquistare prodotti “sicuri”, cioè di aziende che fanno davvero quello che dicono e scelgono di non abbandonare il proprio territorio.

Il turismo partecipattivo, come le altre attività di Next, vuole creare un ponte di conoscenza e di fiducia tra i produttori e i consumatori, per diffondere le realtà di eccellenza che esistono e resistono in Italia. Scegliere aziende locali, sostenibili sia dal punto di vista etico che ambientale, è oggi un investimento sul futuro di tutti: ecco perché è importante che entrino in gioco i cittadini. Nella loro veste di consumatori possono indirizzare i loro acquisti verso le aziende meritevoli che producono prodotti genuini e che investono sul proprio territorio creando lavoro.

Adesso avete voglia di fare una gita fuori porta e magari scoprire come funziona un frantoio tradizionale?

Ecco, avete un buon motivo in più per farlo!

Concorso “Gli Oscar della Sostenibilità”

, in

FormatoA4-Oscar della Sostenibilità

Nell’ambito dell’importante collaborazione con NeXt Nuova Economia per Tutti, Culturaintour promuove l’iniziativa “Gli Oscar della Sostenibilità”.
È un’idea di NeXt Nuova Economia per Tutti insieme alle organizzazioni Acli, Adiconsum, BCC, Centro San Fedele, Cittadinanzattiva, Convoi Onlus, Fiba/Cisl, Funmob, Plef, Sodalitas, Ucid che si è concretizzata grazie alla Fondazione Cariplo.

Protagonisti del concorso sono tutti i giovani e studenti, dai 16 ai 30 anni, sia organizzati in gruppo che singolarmente.
Il concorso è aperto a tutti i giovani e agli studenti della Regione Lombardia.
I ragazzi dovranno mettersi in gioco elaborando idee sul tema della Sostenibilità.
Lo scopo dell’iniziativa è quello:
di stimolare i giovani nella ricerca di nuovi strumenti di mobilitazione dal basso che siano di possibile integrazione con le ipotesi di sviluppo locale sostenibile;
di attivare incontri, collaborazioni e sinergie tra l’imprenditoria locale e giovani creativi;
di avviare una sperimentazione delle idee dei giovani, sostenendo la diffusione del lavoro autonomo e dell’innovazione sociale;
di sensibilizzare il pubblico sui temi ambientali, sull’eco-sostenibilità, sulla raccolta differenziata.

I progetti riguardano tre ambiti:
Oscar per il miglior Cash Mob Etico
L’obiettivo dell’iniziativa consiste nel realizzare il miglior Cash Mob Etico nella Regione Lombardia, proponendo un modo nuovo di interazione tra cittadini e imprese, massimo 10 cartelle) in un arco temporale che si estende da Gennaio 2015 a Gennaio 2016. Per Cash Mob Etico si intende un’iniziativa pubblica nella quale un gruppo numeroso di partecipanti si raduna presso un esercizio commerciale intenti nel premiare aziende responsabili tramite l’acquisto dei loro prodotti sostenibili. Ad esempio vedi Cash Mob Etico.
Oscar per il miglior “racconto” di impresa responsabile
L’obiettivo dell’iniziativa consiste nella produzione di un video di durata massima di 5 minuti più un documento di massimo 5 cartelle i cui contenuti devono: i) spiegare i criteri di scelta dell’azienda oggetto di cash mob come esempio di sostenibilità; ii) le modalità con cui sono stati coinvolti i partecipanti; iii) eventuali difficoltà/potenzialità riscontrate durante l’esperienza dell’organizzazione del Cash Mob Etico.
Oscar per la migliore proposta di sviluppo sostenibile di quartiere
L’obiettivo è elaborare un proposta innovativa dal punto di vista ambientale e sociale che sia sperimentabile su un quartiere del territorio lombardo, migliorando e affinando esperienze già realizzate oppure ideate ex novo.

Visita il sito www.nexteconomia.org

Coloro che sono interessati a partecipare al concorso dovranno inviare alla mail info@nexteconomia.org
La loro richiesta di partecipazione entro il 31 gennaio 2015 e le loro idee progettuali entro il 30 Giugno 2015.

Per maggiori informazioni rivolgersi a:
Luca Raffaele l.raffaele@nexteconomia.org
o telefonare al n. 3930976059

Vi racconto della nostra visita a Berlingo

, in

Un’Italia sana, creativa e innovativa esiste e molti cittadini e politici vogliono saperne di più.  Lo scorso 15 giugno con Cultura in tour si è svolta la gita a Berlingo, Comune Virtuoso della provincia di Brescia.
A fornire il resoconto della giornata è Alessia Piva, candidata sindaco di “Cermenate per Tutti” per le votazioni amministrative 2014.

Nel suo duplice ruolo di cittadina attiva e di personaggio politico si mostrata particolarmente interessata a conoscere “dal vero” e  a voler copiare quanto di buono realizzano altre amministrazioni comunali. Ha diffuso questo articolo ai sostenitori della sua lista civica:

QUANDO LE BUONE IDEE DIVENTANO OTTIMI ESEMPI 

“CERMENATE PER TUTTI” IN GITA A BERLINGO

Una cava di ghiaia che diventa il Laghetto dei Cigni, una discarica abusiva di rifiuti tossico-nocivi che si trasforma in un polo scolastico a zero emissioni di CO2, edifici pubblici energeticamente autonomi  grazie a  fonti rinnovabili, Associazioni che svolgono gratuitamente servizi di pubblica utilità, una pista ciclo-pedonale che percorre l’intero paese fino alle periferie……… non siamo nel paese delle fiabe, siamo a Berlingo!!!
Qui, in questo paese in provincia di Brescia, Alessia Piva con alcuni membri di Cermenate per Tutti ed altre liste civiche della zona, come Progetto Comune di Cadorago,  hanno potuto vedere come amministrazione comunale e  buone pratiche sono una realtà collaudata ormai da anni.

È questo il nuovo modo di fare politica che tanto piace al nostro gruppo, un modo diverso, che rispetti l’ambiente e il cittadino con interventi reali, utilizzando il più possibile energie rinnovabili, tipologie edilizie rispettose dell’ambiente, stop al consumo del suolo ormai devastato nel nostro paese, riduzione della quantità di rifiuti e loro trasformazione in risorsa,  promozione di tutti quegli stili di vita “virtuosi” in grado davvero di  migliorare la qualità della vita dei singolicittadini e far sorridere il bilancio comunale.

foto-di-gruppo-con-gli-amministratori-di-Berlingo

Siamo venuti a Berlingo, comune virtuoso dal 2010, grazie ad un viaggio di Turismo Partecipattivo organizzato da Culturaintour di Cadorago.

Qui abbiamo potuto confrontarci con il sindaco Cristina Bellini ed il suo assessoreNicola Danesi che ci hanno mostrato come, coinvolgendo in primis i propri cittadini, gestiscono, in modo responsabile  e rispettoso dell’ambiente, il loro paese”.

E’ significativo e di buon auspicio  il fatto che alla gita vi erano rappresentanti di ben tre liste civiche: oltre a “Cermenate per Tutti”,  erano presenti “Progetto Comune” e “Vivere”, entrambe di Cadorago.

A piccoli passi si fanno grandi cambiamenti. Per questo ci siamo guadagnati uno spazio sul quotidiano IL GIORNO.

Alla prossima!

Margherita

 

 

 

 

Viva il turismo partecipattivo!

, in

“Quando le buone idee diventano ottimi esempi!”
Quello che avete letto è lo slogan del progetto “Turismo Partecipattivo” ideato da Culturaintour di Cadorago (Como).
Il “Turismo Partecipattivo” vuol essere un modo efficace, immediato e innovativo per promuovere la consapevolezza che nuovi modelli di sviluppo e stili di vita nel rispetto della natura e del territorio sono necessari e soprattutto sono già esistenti in molte realtà italiane!
La finalità del progetto è duplice.
Una è quella di diffondere la cultura del valore del territorio quale Bene Comune, stimolando la partecipazione della cittadinanza attiva e favorendo interventi sostenibili a tutela del proprio territorio.
L’altra finalità, non secondaria, è di incoraggiare un avvicinamento da parte delle imprese alla responsabilità sociale per gli impatti che hanno sulla società. Questo vuol dire portare le imprese a integrare volontariamente l’impegno verso il rispetto del contesto sociale ed ecologico al di là degli obblighi giuridici previsti in materia.
Gli obiettivi che permetteranno di rispondere a queste finalità saranno raggiunti attraverso esperienze dirette di conoscenza di realtà italiane (enti locali, aziende, produttori alimentari, etc.) che hanno già attuato incivisi interventi a favore del miglioramento della qualità della vita e a tutela dell’ambiente e del territorio.
Il Turismo Partecipattivo infatti, permetterà attraverso specifiche visite guidate di recarsi sul posto e conoscere direttamente gli interventi realizzati nelle seguenti aree: gestione del territorio, rifiuti, impronta ecologica, mobilità ed energia.

La conoscenza di queste realtà potrà favorire la diffusione di nuovi modelli di sviluppo sostenibile rendendo gli stessi partecipanti del “Turismo Partecipattivo” a loro volta promotori della cultura delle pratiche virtuose portando il loro sapere presso la propria comunità e/o impresa.

Ecco spiegato lo slogan: le buone idee sono esempi… da copiare!

turismo-partecipattivo

 

FAQ
Cos’è il “Turismo Partecipattivo”?

È uno strumento che ha il duplice scopo di stimolare i cittadini a diventare soggetti attivi e propositivi presso le proprie realtà comunali e di avvicinare le imprese all’impegno per la Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI).

Next – Nuova Economia x tutti e il ”Turismo partecipattivo”
Next vuole promuovere questo progetto perchè:
-risponde alla necessità di diffondere una nuova cultura volta al concetto di Bene Comune.
-stimola i cittadini a diventare protagonisti sia per adottare nuovi stili di vita sia per promuovere loro stessi pratiche virtuose e sostenibili.
-la partecipazione attiva dei cittadini diviene una risorsa preziosa e propositiva presso la propria comunità e amministrazione locale.
grazie alla conoscenza e allo scambio di informazioni i modelli innovativi di sviluppo sostenibili si possono riprodurre rapidamente in molte altre realtà.
-la responsabilità sociale dell’impresa viene recepita dalle aziende come un valore aggiunto che può portare benefici in termini di riduzione dei costi, gestione delle risorse umane e capacità di innovazione.
Come funziona il “Turismo Partecipattivo”?
Un Tour Operator dedicato a questo progetto gestisce il calendario e la programmazione delle trasferte confezionando un pacchetto turistico che comprende “la visita guidata, pranzo, servizio pullman, assicurazione”.
Un accompagnatore è a disposizione del gruppo per tutta la durata della trasferta.

Come si partecipa alle gite del “Turismo Partecipattivo”?

Le gite sono programmate in tutta Italia e sono aperte a tutti.
Le associazioni, le scuole ed enti vari possono contattare il tour operator incaricato che provvederà a fornire tutte le informazioni e organizzare la trasferta del gruppo.

Realizzato in collaborazione con Next – Nuova economia per tutti.

logo_next