← Torna al blog

Ogni volta che…

ciao,

È da un po’ che non ci sentiamo.
Avevamo da completare le conferenze sui cambiamenti climatici in collaborazione con il Comune di Cadorago. Come puoi intuire, il nostro quarto ed ultimo incontro “Il ciclo delle acque”, con la professoressa Antonelli del Politecnico di Milano previsto per il 20 marzo è annullato.
Se invece eri presente lo scorso 7 febbraio, sicuramente avrai apprezzato la preparazione di Stefano Caserini, docente di mitigazione ambientale.
Ci aveva comunicato che avrebbe partecipato alla rassegna “Le Primavere di Como” il 28 marzo ma dovremo aspettare una nuova data.

Insomma i programmi di tutti, a tutti i livelli, stanno subendo uno stravolgimento.
Dal caso di Codogno a oggi non è ancora passato un mese ma sembra un’eternità… la percezione del tempo è cambiata.
Siamo chiamati a essere tutti più responsabili.
In questo contesto surreale possiamo ragionare così:

“Ogni volta che cadi, raccogli qualcosa”
Oswald Avery

Tutte le emozioni negative ci possono solo nuocere e appesantire
ancora di più. Sicuramente è una prova difficile per tutti. Ma attenzione… possiamo difenderci.

Quali pensieri ed emozioni vogliamo per la nostra mente ?

Informarsi è un conto, stare tutto il giorno ad angosciarsi davanti alla tv
o ai social è un altro anche perché, diciamolo, la confusione regna sovrana.

Ti ricordi i bambini rimasti intrappolati con il loro allenatore di calcio
nella grotta in Thailandia ?
Una volta tratti in salvo, soccorritori e genitori furono stupiti:
“Nessuno piange, o si dispera, è sbalorditivo” diceva la madre di uno di loro.
Riuscirono infatti a mantenere la calma per lunghi e interminabili giorni
grazie alla meditazione nonostante fossero al buio e senza cibo.

Approfitta del fatto di stare a casa per approfondire i benefici della meditazione.
È provato scientificamente che rafforzi il nostro sistema immunitario. Corpo e mente sono connessi e i nostri pensieri e stati d’animo, siano positivi o negativi, influenzano le nostre cellule immunitarie.
Online trovi molti video che ti insegnano come fare pratica.
Da noi questa abitudine è come dire… diventata di casa. Cosa mai fatta prima, ora la faccio anche con mio figlio.

Possiamo in questo periodo rivedere la nostra scala di priorità, per
riflettere su tutte le cose che abbiamo sempre dato per scontato e per scontato non lo sono affatto.
Impareremo ad apprezzarle dopo.

È un importante momento di innovazione persino per le scuole e le università che fanno lezioni online.
Le aziende, potendolo fare, in poco tempo hanno messo in
pratica lo “smart working “.
Quando tutto sarà finito ne usciranno più forti e competitive di prima.
Per approfondire cos’è lo smart working clicca qui:

Se vuoi trascorrere un po’ di tempo sereno, i nostri amici di Dramatrà hanno preparato un “Tour Virale” divertente e non contagioso per portarvi alla scoperta di una Milano a debita distanza: in streaming
sabato 21 marzo alle ore 15 in diretta facebook.

Racconteranno della Peste Nera del ‘300, che arrivava dal Peloponneso e quella del 17esimo secolo, tanto raccontata dal buon Alessandro Manzoni.

Per conoscere tutti i dettagli clicca sul bottone:

Questa situazione sarà impegnativa e non veloce ma pensa che meraviglia quando sarà finita.
Sicuramente una cosa l’abbiamo già capita…. l’importanza di un abbraccio!

Se vuoi scriverci per raccontarci come vivi questo avvenimento, noi siamo qui.

A presto!
Ester e Margherita

* °  *  °  *  °  *



Comments

comments

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 5 = tre