← Torna al blog

Felicità fa rima con…

ciao Acculturato,
Come stai?
Finalmente iniziamo a riprenderci la nostra vita seppure con
le cautele del caso.

Forse ti starai chiedendo perché abbiamo tirato in ballo una parola
suggestiva come serendipità. Ha una storia molto affascinante: se
avrai tempo, cercala online.
Noi qui, per dovere di sintesi, ti proponiamo la definizione della
Treccani:
serendipità s. f. [dall’ingl. serendipity, coniato (1754) dallo
scrittore inglese Horace Walpole che lo trasse dal titolo della
fiaba The three princes of Serendip: era questo l’antico nome
dell’isola di Ceylon, l’odierno Srī Lanka], letter. –
 
La capacità o fortuna di fare per caso inattese e felici
scoperte, spec. in campo scientifico, mentre si sta
cercando altro.

Bene. Teniamo lì a mente il significato di serendipità e più
avanti ti sarà tutto più chiaro.

Noi siamo pronti a (ri)partire con il turismo di prossimità.
Diciamo ripartire perché è quello che abbiamo sempre fatto:
nel passato le nostre proposte hanno sempre mirato a valorizzare
il territorio ponendo attenzione a modelli di realtà sostenibili.

Ci impegniamo a promuovere un mondo equo e sostenibile
perché è lì che vogliamo vivere.

Il turismo di prossimità, come si può intuire, porta alla scoperta
dei luoghi meravigliosi più prossimi, che si trovano a pochi
chilometri da casa e forse proprio per questo spesso vengono trascurati.
Quest’anno andiamo a conoscere il nostro Belpaese, ricco di storia, arte,
cultura, natura e specialità enogastronomiche che ci invidiano
in tutto il mondo!
In questo modo daremo anche un aiuto concreto al settore
turistico nostrano e al suo indotto pesantemente colpito a causa
della pandemia.
Proprio questa drammatica calamità ha messo in luce che è
prioritario ristabilire equilibrio e rispetto con la natura.
Non scordiamo che  i primi ad avere interesse a salvaguardare
l’ambiente siamo proprio noi come specie umana.

Abbiamo iniziato a lavorare alla programmazione dei prossimi
mesi e abbiamo bisogno del tuo prezioso aiuto.
Per esempio, la mobilità verso le nostre ambite mete è uno
dei punti cruciali.
Ci dai una mano?
Qui sotto troverai alcune domande a cui ti preghiamo di rispondere.
Eccole:

  • questa estate pensi di andare in vacanza?
  • Se sì, per quanti giorni?
  • sceglieresti un pacchetto turistico se il viaggio sarà con bus?
    (probabilmente le disposizioni governative consentiranno ai bus di viaggiare con soli 20-23 persone)
  • potresti considerare un viaggio in treno al posto di un bus turistico?
    (trattandosi di turismo di prossimità parliamo di tre ore circa di viaggio.
    All’arrivo brevi spostamenti a piedi)

L’invito da più parti è di non prediligere il turismo esotico e tanto
meno il turismo “mordi e fuggi”,
“Dunque addio viaggi all’estero e viva il turismo di prossimità,
la riscoperta dell’Italia a corto raggio. Muoversi all’aria aperta,
soprattutto in luoghi poco frequentati, sarà la grande possibilità di
quest’estate.” (Touring Club)

Ora ripassiamo il significato di serendipità  con questo breve (e intenso)
video tratto da “Insieme a Parigi” con William Holden e Audrey Hepburn.

Questo è il nostro auspicio.
Desideriamo che tu trova ciò che non cercavi ma di cui hai bisogno:
vivere esperienze di sostenibilità che, guarda caso, fa rima
con serendipità.
Aspettiamo la tua mail  con le risposte ai nostri quesiti e, se
hai suggerimenti, noi siamo qui.

A presto,
Ester e Margherita

° * ° * ° *

Comments

comments

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *