Chi sono

Qual è la tua formazione professionale?

Mi chiamo Margherita, sono nata in Francia e a partire dall’infanzia ho vissuto a Milano. Conseguito il diploma di Ragioneria, sono stata assunta presso un’importante multinazionale canadese. Prima mansione: operatrice telex, strumento che ora non esiste più. Poi piano piano, incarichi sempre più interessanti e di responsabilità all’interno della stessa azienda.
Con l’arrivo delle maternità, ho dato le dimissioni e mi sono trasferita a Cadorago (Como). Durante questo periodo sono stata impegnata con grande passione al volontariato:  ho ideato e realizzato molte iniziative a carattere sociale per vari enti locali/associazioni e scritto numerosi articoli per un giornalino locale.
Nel 2005 nell’ambito del “Progetto Futura”, un’iniziativa della Regione Lombardia volta a favorire l’imprenditoria femminile in ambito sociale ho vinto il premio per l’idea imprenditoriale più innovativa.
È iniziata così la mia nuova fantastica attività in cui ho messo a frutto quanto imparato in ambito lavorativo dal punto di vista organizzativo e contabile e quanto sperimentato in ambito sociale con il volontariato.

Culturaintour è un’associazione? Dove si trova?

Culturaintour non è un’associazione bensì la denominazione della mia attività di lavoratrice autonoma. Culturaintour si rivolge al territorio di Como, paesi limitrofi, Saronno e Varese. La mia sede è a Cadorago (Como).

Collabori con biblioteche o associazioni culturali?

L’avvio dell’attività è partito grazie alla collaborazione con la biblioteca di Cadorago, comune dove risiedo. Si sono aggiunte altre biblioteche dei paesi limitrofi: Cassina Rizzardi, Fino Mornasco, Lomazzo, Rovellasca e la Commissione Cultura di Appiano Gentile. Lavoro con Cral e associazioni culturali, la più importante è “La Stecca” di Como.

Organizzi anche gite su richiesta?

Il servizio prevede l’organizzazione di gite culturali o ricreative su richiesta sia per biblioteche, che per associazioni o per gruppi precostituiti, per esempio coscritti che vogliono organizzare una gita evitando l’impegno di gestire l’evento.