Archivio di Novembre, 2019

🌎 Il mondo ha bisogno di persone virtuose

, in

Il pianeta non ha mica la modalità de Noantri.

Il pianeta presenta il conto. Non fa sconti, non prevede deroghe e non ammette scuse o proroghe: alla faccia dei politici, dei magnati, degli industriali, degli economisti e dei petrolieri.

In generale l’umanità tutta non ha visione del suo operato a lungo termine, ama procrastinare e non si prende responsabilità. E, come si sa, tutti i nodi vengono al pettine ….localmente e globalmente. Ammetto che molte volte mi sono trovata in una situazione di stallo non riuscendo a capacitarmi di come sia possibile essere arrivati a un’emergenza climatica con tanta leggerezza. Ho cercato di darmi una spiegazione andando oltre la complessità della questione climatica-politica-economica e della disuguaglianza sociale.La conclusione mi ha portato all’animo umano e ai vizi capitali (a tutti i livelli sociali). Leggete, poi ditemi: i vizi capitali sono inclinazioni profonde, morali e comportamentali dell’animo umano spesso e impropriamente chiamati peccati capitali. Questi sette vizi (dal latino vÄ­tÄ­um, mancanza, difetto, ma anche abitudine deviata, storta, fuori dal retto sentiero) distruggerebbero l’animo umano, contrapponendosi alle virtù, che invece ne promuovono la crescita. Questo l’elenco:

– Superbia (radicata convinzione della propria superiorità, reale o presunta, che si traduce in atteggiamento di altezzoso distacco o anche di ostentato disprezzo verso gli altri, nonché di disprezzo di norme, leggi, rispetto altrui)

– Avarizia, avidità ( costante senso di insoddisfazione per ciò che si ha già e bisogno sfrenato di ottenere sempre di più);

– Lussuria (incontrollata sensualità, irrefrenabile desiderio del piacere sessuale fine a se stesso, concupiscenza, carnalità, eccessivo attaccamento ai beni terreni ed eccessiva renitenza nel separarsi da essi);

– Invidia (tristezza per il bene altrui percepito come male proprio);

– Ingordigia non è solo il mero abbandono ed esagerazione nei piaceri della tavola o la perdita totale del senso della misura e quindi della capacità di provare piacere reale per ciò che si sta gustando ma anche l’ingordigia nella sua accezione più pura. È descrivibile come l’insaziabilità su tutti i piani, quindi sia materiale che spirituale;

– Ira (alterazione dello stato emotivo che manifesta in modo violento un’avversione profonda e vendicativa verso qualcosa o qualcuno);

– Accidia inerzia nel vivere e nel compiere opere di bene, pigrizia, indolenza, infingardaggine, svogliatezza, abulia).(elenco ripreso da Wikipedia)
Parafrasando la citazione di Hill direi:“Siamo dove siamo” per via dei pensieri dominanti a cui abbiamo consentito di occupare la nostra mente.La crescita personale dovrebbe essere insegnata nelle scuole.

Ma sul serio!Ora che una certa consapevolezza (leggi strizza) si va diffondendo, la lezione la stiamo imparando. Nonostante tutto ho fiducia nel futuro perché saremo necessariamente migliori.

* °  *  °  *  °  *

Come è profondo il mare 🌊

, in

ciao,

Abbiamo il dovere di promuovere una cultura “basata sui fatti” e
impedire che si diffonda la pseudoscienza e che si facciano scelte
sbagliate. Non basta capire, trovare la strada, ma bisogna riuscire
a comunicare, a spiegare non solo i risultati ma anche la metodologia
seguita, per poter essere convincenti in maniera duratura.

Ecco qua: hai appena letto uno stralcio del discorso inaugurale per
l’Anno Accademico dei Lincei 2019-2020 di Giorgio Parisi, uno dei fisici
più autorevoli del mondo e presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei. 
L’appellativo Lincei fa riferimento alla leggendaria acutezza visiva della iince,  
vista lungimirante che deve avere la comunità scientifica.

Venerdì 15 novembre a Cadorago (CO) – frazione Bulgorello partirà la
prima delle quattro serate, promosse dal Comune di Cadorago e
Culturaintour, dedicate ai cambiamenti climatici.
il problema esiste, tanto vale saperne di più, accettarlo e capire cosa possiamo fare.
Il relatore è Emilio Mancusobiologo marino e subacqueo che ci racconterà come il clima influisce sulla vita degli ecosistemi marini.

Inoltra l’invito anche ai tuoi amici o conoscenti!
Clicca sul bottone qui sotto per scaricare la locandina:

Se vuoi sapere con quale atteggiamento ognuno di noi può vedere
il futuro, ti invitiamo a leggere l’articolo che abbiamo pubblicato per
il sito Long Term Economy dal titolo “Le tre direzioni“.
Capirai immediatamente quale direzione stiamo seguendo con fermezza.

Tu quale sceglierai?

Clicca sul bottone sottostante per leggere l’articolo:
“Le tre direzioni”

Ti salutiamo segnalandoti la mostra che si terrà a Milano in omaggio a Nenne SanguinetiPoggi.

Dopo le esposizioni di Philadelphia e New York, arrivano a Milano il convegno e la mostra sull’Eritrea vista con gli occhi dell’artista.

Nenne Sanguineti Poggi è stata un’artista apprezzata dal pubblico americano: sorprendente autrice di decorazioni dei più importanti monumenti in Eritrea e Corno d’Africa. I due eventi ne presentano l’autobiografia, le opere, i disegni e il film sulla sua vita piena di colori.

Convegno: Martedì 12 novembre ore 16,00 presso lo Studio Museo
Francesco Messina di Via San Sisto 6, Milano (MM Duomo)
Evento fb: “Nenne Sanguineti Poggi. Artista senza confini”
https://www.facebook.com/events/385383409011398/

Inaugurazione: Mercoledì 13 novembre ore 18,30 presso Spazio
Kryptos, via Panfilo Castaldi 26, Milano (MM Porta Venezia/MM
Repubblica)
Evento fb: Inaugurazione mercoledì 13 novembre 2019
mostra “L’Eritrea vista con gli occhi di un’artista”
https://www.facebook.com/events/782579155510372/

Ingresso Libero e gratuito, in omaggio il catalogo della mostra.
Seguirà aperitivo eritreo.

La mostra sarà visitabile fino al 27 novembre 2019.
Orari: da lunedì a venerdì dalle 16.00 alle 20.00
sabato e domenica dalle 10.00 alle 19.00

Ci vediamo venerdì!
Buona settimana,
Ester e Margherita

* °  *  °  *  °  *