Archivio di Dicembre, 2014

31 dicembre: compito per l’ultimo!

, in

Buongiorno a tutti!

Giornata speciale oggi….
Ci apprestiamo ai preparativi del capodanno ed eccomi a darvi un ulteriore spunto di conversazione con gli amici che incontrete (o conoscerete) stasera e domani!

Il suggerimento delle chiacchiarate: Domenica 11 gennaio 2015 tutti a Genova!

mostra a Palazzo Ducale con Frida Kahlo e Diego Rivera – Visita confermata. Presto i dettagli per ritrovo.
Frida Kahlo è stata una donna che ha vissuto un’esistenza intensa, con una disperata forza di vita che emerge dai suoi lavori straordinari.
Ancora qualche posto disponibile.

INOLTRE… l’alternativa al Museo del Mare (speciale famiglie)
sempre domenica 11 gennaio,nell’ambito delle gite Light-tour e cioè gite per persone ​che desiderano solo il passaggio pullman, vi propongo la meravigliosa visita del Museo del Mare.
​E’ un museo interattivo molto emozionante.
Quattro piani per conoscere i tanti modi di navigare nella storia.
Il tema quindi è il viaggio:
come si andava per mare (navi a remi, velieri, etc)
e
chi ha navigato (Cristoforo Colombo, pirati, emigrazioni di italiani in America con una eccezionale ricostruzione di fine 800/inizio 900, …).

Maggiori dettagli negli allegati.

Buon fine d’anno e meraviglioso 2015 !!!

A presto e a disposizione per ulteriori info.
Margherita
Museo del mare locandina

Mappa Galata

Natale, cose buone, la prosperità, la mosca e la nuova gita!

, in

Natale 2014

ciao a tutti!

Natale, cose buone, la prosperità, la mosca e la nuova gita!

Visto di quanti argomenti parliamo oggi?
Cosa c’entra la mosca? Ci arriviamo dopo….

Partiamo da Natale, come aspetto conviviale, e di “cose buone”, anche da mangiare.

Ancora pochi giorni e saremo alla tavolata più importante dell’anno.
Questo è il periodo in cui maggiormente si parla di tradizioni e di cibo, è il momento in cui scegliamo con cura i prodotti migliori e più sani.

Questi semplici gesti anticipano il “sapore” della festa.
Sarebbe bello durassero tutto l’anno perchè si traducono in un comportamento responsabile verso se stessi e i propri familiari.

Così come sarebbe bello che i nostri consumi, rapportati a grandi numeri, fossero in grado di cambiare un’economia.
Il settore del Biologico, in continua espansione, ne è un reale esempio.

“Prosperità e un mondo migliore” è questo il desiderio che tutti si auspicano con l’arrivo di un nuovo anno.

Come si fa a credere che sia possibile?

Ora vi racconto la metafora della mosca:

Il nostro insetto vola in una stanza e, cercando una via di fuga, sbatte contro una finestra.
Sprecando molte energie, continua furiosamente a scontrarsi contro il vetro, come se cercasse di sfondarlo per volare fuori.
La mosca è così impegnata nella sua lotta che non si accorge che poco distante la porta è aperta e potrebbe trovare la salvezza semplicemente cambiando strada.

Eccola la risposta: dobbiamo cambiare strada.
Tante sono le cose da cambiare, molte sono fuori dal nostro controllo.
Tuttavia uno dei modi che tutti abbiamo a disposizione è indirizzare i nostri consumi verso le aziende che producono alimenti sani e di qualità, salvaguardando
ambiente e tutela del lavoro, quelle che chiamiamo “aziende d’eccellenza”.

La consapevolezza è il punto di partenza e che può determinare una nuova economia.
Ricordiamoci che ogni nostro acquisto rappresenta una scelta e noi siamo cittadini e consumatori.
Siamo in tanti, tantissimi e la svolta deve partire dal basso !

Nei prossimi mesi sarò impegnata a sviluppare il Turismo Partecip-attivo che è inserito in un progetto più articolato di NeXt, Nuova Economia per Tutti.
Lavoreremo con l’aiuto della Camera di Commercio di Savona e l’obiettivo sarà quello di promuovere e far conoscere ai consumatori le imprese
d’eccellenza savonesi nel settore agro-alimentare.
Organizzeremo le visite presso le aziende con degustazioni, vedremo come si produce il pesto, come funziona un frantoio, come si produce il Chinotto.
Sarà questo il primo passo e, prossimamente, avremo tempo per parlarne.

In allegato trovate la locandina per la gita del 25 gennaio, “Agriturismo in Fiera” a Segrate.
Esporranno “aziende d’eccellenza” provenienti da tutta Italia.
È quella che ho chiamato l’iniziativa “zero”, la prima in assoluto in collaborazione con NeXt, e voglio inaugurare con voi questo nuovo
importante percorso del Turismo Partecip-attivo.
Quelle che seguiranno nell’immediato saranno tutte iniziative in Liguria.​

​Vi aspetto numerosi!​

Ora è il momento di rallentare, sono giorni di festa da trascorrere con gioia e serenità senza dimenticare che il futuro è nelle nostre mani.

Auguri di tutto cuore per un Buon Natale e Felice Anno!
Margherita
locandina Agriturismo in fiera

New entries!!!

, in

​B​uongiorno a tutti!

Cominciato il conto alla rovescia?

Tra i mille vostri pensieri quotidiani, aggiungo un breve riepilogo dei prossimi appuntamenti:

Inizio anno comincierà con l’allegria dei bambini.
Chagall a Palazzo Reale venerdì 2 gennaio con visita guidata speciale per bambini per trascorrere con loro un pomeriggio
​ veramente divertente.
Allego la coloratissima locandina.

Frida Kahlo a Genova domenica 11 gennaio
con la visita della mostra e a seguire visita della città con uno storico dell’arte che ci accompagnerà al museo di De Andrè passando
​ attraverso i caratteristici vicoli con tappe alla chiesa di San Siro, San Luca e del Gesù e per ammirare i Rubens conservati a Genova.
Adesioni urgenti. Max 5 giorni.

– domenica 25 gennaio … con la mail di fine anno!

– Poldi Pezzoli “Le dame dei Pollaiolo” con visita guidata del quartiere di Porta Nuova con il Bosco verticale
Sabato 14 febbraio
Allego locandina.

– Legnanesi 22 febbraio 2015 ore 15:30
Allego locandina

Van Gogh. L’uomo e la Terra sabato 28 febbraio 2015
Gruppo completato. Terrò una lista d’attesa per eventuali defezioni.

Per finire.. una domanda.
Conoscete il Rebirthing? Vorreste saperne di più attraverso un seminario di una giornata?
Sergio Salati da molti anni è un istruttore di REBIRTHNG e organizzerebbe una giornata speciale dedicata solamente al gruppo di Culturaintour.
Giusto per dare alcune indicazioni: il rebirthing è Respiro, Energia e Conoscenza di Sè.
“Ogni cambiamento dei nostri stati mentali è riflesso nel respiro e poi nel corpo. Tale fenonemo funziona anche all’inverso: cambiando
gli schemi di respirazione viene allo stesso modo alterato anche lo stato emotivo”. (Deepak Chopra, scrittore e medico indiano).
Per sapere di più, potete scrivermi o telefonare.

Ricordate che trovate tutto sul sito con altre notizie che pubblico sul blog.
Buona giornata!
Margherita

NeXt: la nuova economia diventa un libro

, in

becchettilibro_5669d66202e2daa3cf3bf54d3236b593
“NeXt – Una nuova economia è possibile”
Questo è il titolo del primo libro dell’associazione fondata a Roma “NeXt Nuova economia per Tutti”.
Uno degli economisti italiani più impegnati nel cambiamento delle prospettive economiche di consumo e produzione, Leonardo Becchetti in collaborazione con il comitato tecnico-scientifico di NeXt, racconta la nascita di questa associazione e illustra come un nuovo modello di economia sostenibile per tutti sia possibile e praticabile.
“I cittadini devono oggi rendersi conto della loro intrinseca ed enorme potenzialità di fare massa critica – spiega Becchetti. Il cittadino può “votare” le imprese di beni e servizi, acquistando da quelle che rispettano la sostenibilità ambientale e sociale. Quelle che smaltiscono adeguatamente gli scarti; che ripartiscono equamente gli utili tra tutti gli stakeholder; che si adoperano per eliminare ogni condizione di degrado nella vita dei lavoratori; che coinvolgono i propri dipendenti e li rispettano; che non eludono il fisco, non corrompono, non delocalizzano in Paesi con mano d’opera a basso costo e non si rifugiano nei paradisi fiscali. L’azione col portafoglio che può mettere in atto il cittadino è incredibilmente potente, perché agisce sui consumi e simultaneamente anche sull’ambiente, sul sociale e quindi sulla felicità degli esseri umani”.
Becchetti è professore, conferenziere, attivista, noto a livello internazionale per le sue teorie di grande impatto sociale. Come gli altri illustri fondatori di NeXt, si impegna quotidianamente nella sensibilizzazione dei cittadini nei confronti di un nuovo atteggiamento di consumo, che li trasformi in consum-attori sostenibili e informati. Un comitato tecnico-scientifico di altissimo livello garantisce la corretta informazione e un project management studiato nel dettaglio rende fruibili i contenuti tecnico-economici alla popolazione. Unico scopo: cambiare l’economia dal basso.
“Se la crisi economica è un mostro a quattro teste – continua Becchetti – povertà/disoccupazione; dissesto ambientale; crisi finanziarie; infelicità dell’essere umano, allora il cittadino è come Ercole: in grado di abbattere nello stesso momento tutte le teste di questo orribile mostro”.
Albeggi Edizioni scommette su questa nuova tendenza dell’economia. Secondo la casa editrice, così come secondo NeXt, tra le righe del libro c’è la chiave per superare in modo sostenibile, dal basso, una crisi a 360 gradi: economica, etica e culturale.

Turismo e partecipazione, un matrimonio perfetto!

, in

logo_nextNeXt Nuova Economia per Tutti è un’associazione della società civile che vuole portare all’interno delle aziende l’attenzione alla dignità dell’uomo ed alla tutela dell’ambiente per contribuire a promuovere un futuro di giustizia e felicità.

In questo contesto NeXt ha inserito, tra le sue attività, il Turismo Partecipattivo di Culturaintour di Cadorago di cui trovate un articolo sul sito di NeXt (www.nexteconomia.org) oppure leggendolo qui:

Partire per un lungo viaggio o semplicemente per un fine settimana fuori porta è un momento di relax e di svago, per staccare dalla routine quotidiana e dagli impegni familiari e lavorativi. Il viaggio è da sempre scoperta, apprendimento, crescita e allora perché non partire con l’idea di andare a scoprire da dove vengono i prodotti che mettiamo sulla tavola o di capire come fa quel comune ad avere oltre il 90% di raccolta differenziata?

Ecco, dall’unione del turismo e della partecipazione nasce il turismo partecipattivo!

Esempi virtuosi di comuni che gestiscono in maniera esemplare il proprio territorio ce ne sono molti, anche in Italia. Per non parlare di tutte quelle aziende che coltivano e lavorano i prodotti dell’agroalimentare italiano, rispettando l’ambiente e i lavoratori.

Due sono le fasi per diffondere la cultura del cambiamento per migliorare: la conoscenza e l’azione.

Toccare con mano e sperimentare di persona sono i metodi più efficaci di apprendimento perché ci riportano ad esperienze che abbiamo vissuto dal vivo e non solo visto in televisione. Quando poi si possono fare esperienze uniche scoprendo un territorio meraviglioso come quello italiano, il gioco è fatto!

L’idea nasce dalla collaborazione tra Cultura in tour, ente che organizza gite e visite culturali per gruppi della provincia di Como, e Next. Nel corso dell’anno si sono svolti i primi viaggi di turismo partecipattivo, riscontrando un buon interesse da parte dei cittadini e delle istituzioni. In progetto è lo studio di pacchetti ad hoc per la visita presso le aziende del settore agroalimentare della riviera ligure.

In questo momento di crisi economica in cui molte persone stanno rivalutando i propri criteri di scelta per gli acquisti di tutti i giorni, è sempre più importante fornire tutte le informazioni necessarie affinché domanda ed offerta si incontrino.

Abbiamo molte aziende che, ad oggi, hanno deciso di impegnarsi e produrre rispettando i propri lavoratori e l’ambiente, magari scegliendo di continuare la tradizione imprenditoriale familiare pur con margini di guadagno ridotti.

Ci sono molte persone che vorrebbero acquistare prodotti “sicuri”, cioè di aziende che fanno davvero quello che dicono e scelgono di non abbandonare il proprio territorio.

Il turismo partecipattivo, come le altre attività di Next, vuole creare un ponte di conoscenza e di fiducia tra i produttori e i consumatori, per diffondere le realtà di eccellenza che esistono e resistono in Italia. Scegliere aziende locali, sostenibili sia dal punto di vista etico che ambientale, è oggi un investimento sul futuro di tutti: ecco perché è importante che entrino in gioco i cittadini. Nella loro veste di consumatori possono indirizzare i loro acquisti verso le aziende meritevoli che producono prodotti genuini e che investono sul proprio territorio creando lavoro.

Adesso avete voglia di fare una gita fuori porta e magari scoprire come funziona un frantoio tradizionale?

Ecco, avete un buon motivo in più per farlo!